Greco, Romano, Egizio, Germanico e celtico!

collezione scarpe donnaNo, non sto parlando di storia o geografia, ma di piedi! Sapevi che esistono diversi tipi di piedi??

Ad oggi esistono cinque tipologie e a ciascuna sono associate determinate caratteristiche e uno specifico modello di calzature.

Il primo di cui vi parlerò è il piede greco.

Il nome deriva dalla tendenza degli antichi greci di realizzare sculture i cui piedi presentavano un secondo dito più lungo rispetto all’alluce e le restanti dita si accorciano progressivamente fino a raggiungere il mignolo. Il piede greco si adatta facilmente a qualunque scarpa: tacchi alti, sandali, infradito, l’importante è che ti faccia sentire a tuo agio.

Il piede romano ha una forma particolarmente regolare, in cui l’alluce ha la stessa lunghezza del secondo e del terzo dito, mentre quarto e quinto risultano più corti. Come nel caso del piede greco, anche il romano prende il nome dalle statue celebrative dell’Antica Roma ed è infatti possibile osservare questo particolare tipo di piede.

Ma ahimè, il piede romano non ha la stessa libertà di scelta di quello greco in quanto a calzature. Essendo le prime tre dita più lunghe, sarebbe bene dimenticare le scarpe dalla punta stretta, questo piede richiede grande libertà di movimento, altrimenti, col tempo, cresce la probabilità di sviluppare un alluce valgo.

Il piede egizio è il tipo di piede più diffuso tra la popolazione mondiale. Si tratta di un piede in cui a spiccare è l’alluce, mentre le altre dita decrescono a scalare. Solitamente il piede egizio risulta essere più lungo e affusolato. In questo tipo di piede il dito da tutelare è l’alluce, essendo quello più lungo.

Se ci riconosciamo in questo tipo di piedi, è meglio evitare di indossare scarpe dalla punta chiusa e stretta poiché in questo caso, le ossa di alluce e secondo dito rischierebbero di urtare ripetutamente, rendendo la camminata alquanto fastidiosa. Meglio scegliere calzature dalla punta arrotondata\quadrata o aperta, che garantiscano alle dita la giusta circolazione sanguigna e lo spazio necessario a muoversi.

Nel piede germanico, sarà possibile riconoscere un alluce più lungo rispetto alle altre dita, che posseggono invece una lunghezza pressoché omogenea e una forma più arrotondata.
Essendo dotato di una certa regolarità, questo tipo di piede non ha esigenze particolari in quanto a calzature. Come sempre, è fondamentale prediligere scarpe che ci facciano sentire a nostro agio e che ci permettano di muoverci in totale libertà e comodità.

 

Il celtico è il tipo di piede dalla forma più irregolare di tutti!

Infatti, come in quello greco, il dito più lungo del piede è senza dubbio il secondo, mentre alluce e terzo dito presentano la stessa lunghezza. Il quarto e il quinto dito, invece, scendono a scalare. Dal momento che la lunghezza delle dita risulta tanto disomogenea, è opportuno scegliere scarpe dalla punta quadrata o stondata e per nulla costrittive. Per le occasioni più formali o in estate, meglio puntare tutto su calzature eleganti dalla punta aperta che non opprimano le dita.

 

E tu che piede hai? Fammelo sapere nei commenti e ti consiglierò la scarpa più adatta a te!

A presto!

Informazioni sull'autore :Sara Montella

Leave A Comment

Post correlati